Scoprire l’archivio e la ricerca storica a partire dalle fonti.

Le scuole di Bellaria Igea marina e Santarcangelo selezionano una classe che collabori con la propria Amministrazione Comunale e con l’Archivio presente sul territorio. La prima fase prevede la scoperta dell’archivio attraverso visite guidate e interviste a chi se ne occupa. I video realizzati in questa fase serviranno a scoprire gli archivi, i loro contenuti, le storie che il passato può raccontare.

Cosa vorrei che si sapesse di me tra cento anni?

Questa fase investe gli adolescenti chiedendo loro quale storia depositerebbero nell’archivio. La classe lavora sulla storia che consegnerà all’archivio e individuerà una domanda “guida” per la fase successiva di interviste alla gente del paese.

Far conoscere l’archivio alla comunità, raccontare alla comunità che c’è un archivio

Questa fase prevede la raccolta delle storie nelle piazze seguendo la “domanda-guida” elaborata dagli studenti nella fase precedente. Quali sono le storie delle persone che vivono con noi? Armati di cellulari, gli studenti, a coppie, avranno il compito di raccogliere le storie di paese, nelle piazze, nei bar, nel supermercato, nei luoghi di lavoro. Le storie saranno filmate, montate e caricate sulla piattaforma web (tipo youtube o cowbird) che verrà scelta.

Ogni gruppo-classe consegnerà al Sindaco della città il lavoro ultimato che comprenderà i vari video e montaggi sull’archivio studiato, e sulle storie (loro e del paese). In questo modo tutti gli archivi si arricchiranno del lavoro realizzato dalle scuole. Le persone intervistate potranno poi guardare il loro racconto sul canale web realizzato.

Progetto finanziato nell’ambito del concorso Io amo i Beni Culturali.
Possono aderire una classe di Bellaria e una di Santarcangelo.
Collaborano San Leo, Pennabilli e Sant’Agata Feltria.