Che cosa è?
Il CEAS, Centro di Educazione Ambientale e alla Sostenibilità, è nato dalla volontà dell’Unione dei Comuni della Valmarecchia ed è composta da diversi soggetti del territorio:

  • Fondazione Fo.Cu.S.
  • Osservatorio Naturalistico Valmarecchia
  • REMUS: rete dei Musei del Territorio della Bassa Valmarecchia (Museo Mulino Sapignoli; Museo Storico Archeologico; Museo degli Usi e Costumi della Gente di Romagna; Museo della Tessitura; Museo Civico Archeologico; Biblioteca “Paolo Toschi”

Il CEAS è una nuova struttura intercomunale che diventerà il punto di riferimento territoriale per l’educazione alla sostenibilità (ambientale, economica, sociale) ed è stato istituito tramite presentazione di domanda di accreditamento alla Regione Emilia Romagna (Programma INFEAS 2011-2013).

In tutto sono stati accreditati 36 Centri di Educazione Ambientale e alla Sostenibilità nel territorio regionale.

Perché un CEAS?
Il principale obiettivo è promuovere nella popolazione giovane e adulta lo sviluppo di conoscenze, consapevolezze, comportamenti e capacità di azione a livello individuale e sociale, idonei a perseguire la sostenibilità ambientale, sociale, economica e istituzionale, attraverso i metodi e gli strumenti educativi, partecipativi e comunicativi.

Garantire una educazione alla sostenibilità che integra in un disegno comune gli aspetti globali e locali della cittadinanza attiva, della pace, della democrazia, dei diritti umani, dello sviluppo equo e solidale, della tutela della salute, delle pari opportunità, della cultura, della protezione dell’ambiente e della gestione sostenibile delle risorse naturali.

Finalità

  • Promuovere la raccolta e la diffusione delle informazioni relative al concetto di sostenibilità fungendo da divulgatori di informazioni in materia di ambiente e sviluppo sostenibile.
  • Sviluppare e diffondere una cultura sostenibile nel territorio indirizzando e accompagnando la cittadinanza verso stili di vita più sostenibili;
  • Realizzare una rete di informazione e collaborazione con le associazioni, le scuole, le Università, i centri di ricerca, i gruppi di volontari operanti in tale ambito;
  • Promuovere progetti integrati e azioni su lungo periodo di comunicazione, educazione e formazione alla sostenibilità;
  • Diffondere la cultura del territorio e della sua protezione;
  • Intensificare i rapporti con gli altri CEAS della Regione per favorire lo scambio di buone pratiche e la progettazione partecipata tra territori in rete.

Ultime news